Use your ← → (arrow) keys to browse

Atene la città degli Dei

Avete quattro giorni a disposizione e dubbi sulla meta? Scegliete Atene! Oltre ad essere la capitale della Grecia è la patria della mitologia e la culla dell’archeologia. Per me curiosa di natura, è stato un viaggio affascinante e pieno di scoperte. Se state programmando una fuga nella città degli dei, inizio dandovi le informazioni basilari. Innanzitutto Atene è collegata benissimo dall’Italia con voli low cost.

Informazioni utili per visitare Atene

L’areoporto dista circa mezz’ora dal centro della città, ricordate però che il tempo di percorrenza varia moltissimo dal traffico e ad Atene ce n’è veramente moltissimo!!! Quindi organizzatevi per tempo in modo da non fare le corse per prendere il volo, perché è vero che le compagnie low cost sono nell’aereoporto principale ma si trovano nella parte più lontana ed una volta fatto il check in, preparatevi a camminare per raggiungere il gate 😉

1. Un appartamento nel centro storico con vista sull’Acropoli

Se volete una soluzione ottimale per soggiornare in città, oltre ai classici hotel vi suggerisco di controllare su AIRBNB le case che vengono date in affitto da privati anche per brevi periodi, i greci sono molto tecnologici e vi sarà facile trovare un appartamento a prezzi molto buoni. Personalmente ho adottato questa soluzione e mi sono trovata benissimo, unica raccomandazione, scegliete una zona centrale perché Atene è grandissima e non tutti i quartieri sono belli…

atene appartamento acropoli

atene terrazza

atene appartamento sala

atene appartamento bagno

atene airbnb

atene appartamento

atene benedetta rossi blogger

Font image: Airbnb for reserve the flat link here

2. Licabetto

Atene sorge in una conca circondata dalle colline, questa è la causa della grande afa e del caldo che si respira quando si è in città, uno dei modi migliori per osservare la sua estensione e le mille luci che la illuminano la sera è salire su una delle 7 vette; Areopago, Filopappo, Muse, Pnice, Ninfe, Licabetto ed Acropoli.

L’Acropoli è aperta solo di giorno vi suggerisco di visitarla per vedere i resti archeologici ma se volete godere dall’alto del panorama della città e del fresco che si ha quando il sole tramonta, il posto ideale è il Licabetto. E’ il punto più alto di Atene ( 272 metri sopra il livello del mare) e qui troverete una bellissima terrazza panoramica oltre a diversi bar e ristoranti.

La base del monte si trova nel quartiere di Kolonaki (uno dei più lussuosi della città, ve ne parlerò dopo alla voce shopping) e per salire fino alla vetta si può decidere di andare a piedi, in auto o con la teleferica. Quest’ultima parte ogni mezz’ora e la corsa dura 5 minuti, non è economicissima ma permette di evitare la fatica e di aver accesso ad un panorama che lascia senza parole dalle 9 del mattino fino alle 2 di notte.

atene panorama

Font image Pinterest

3. Acropoli

L’Acropoli è il monte che sorge al centro della conca che nel tempo ha visto nascere ed allargarsi la città di Atene, il nome deriva dal greco e sta ad indicare la parte più alta e fortificata della città. Le strutture originarie hanno subito moltissimi cambiamenti dovuti alle guerre, alle razzie ed agli incendi che i conquistatori del momento infliggevano per sottolineare la loro superiorità.

Quello che i nostri occhi vedono oggi è una “stratificazione” di stili, credenze e personaggi storici che hanno convissuto scolpiti nel marmo nel corso dei secoli e dei millenni, molto interessante è soffermarsi a guardare i video che vengono trasmessi in varie lingue all’interno del museo dell’Acropoli. Qui attraverso l’utilizzo delle moderne tecnologie si assiste in diretta ai mutamenti ed ai cambiamenti che hanno portato alla situazione odierna.

Se volete salire fino in cima (cosa che DOVETE FARE perché lo spettacolo è meraviglioso), munitevi di alcune bottigliette d’acqua e di un comodo paio di scarpe antiscivolo… Lo sottolineo perché tutto è in marmo che è molto scivoloso ed estremamente pericoloso non essendoci sistemi di sicurezza!!!

Un tuffo nel passato.

Durante il nostro viaggio io e mio figlio Angelo (9 anni), abbiamo conosciuto Lucia un’archeologa italiana che ogni anno trascorre due mesi ad Atene per condurre degli scavi e ci ha spiegato alcune cose molto interessanti. Innanzitutto la collina su cui sorgono l’Acropoli, il Partenone e le altre ricchezze archeologiche non è di proprietà greca ma degli USA, avete letto bene.  Nel 1930 l’America ha acquistato l’intera collina e a sue spese ha provveduto a smantellare tutte le case e le attività che nei secoli erano state costruite sopra l’area.

Con un lavoro meticoloso e molto costoso, a partire dal 1931 ha iniziato a portare alla luce i primi ritrovamenti e ancora oggi la Scuola Americana di studi classici di Atene è colei che gestisce e sceglie quali studenti avranno il privilegio di poter prendere parte agli scavi. Personalmente ho parlato con la tutor che stavano gestiva il cantiere di scavi all’interno dell’Agorà e mi ha spiegato che i ragazzi che partecipano alle attività sono prevalentemente americani e solo qualche fortunato proviene da altre nazioni.

Le campagne di scavo si svolgono solo durante l’estate per due mesi; i ragazzi scavano, raccolgono i resti, li lavano e li catalogano in secchi in cui vengono indicati il punto in cui sono stati trovati e cos’altro è stato rinvenuto in quell’area. Durante i restanti 10 mesi il personale preposto si occuperà di analizzare i ritrovamenti e decidere cosa farne. La cosa ai miei occhi meravigliosa è infatti che non si stanno limitando a catalogare ed archiviare la miriade di resti che trovano, ma se quanto rinvenuto è importante, viene portato a nuova vita.

atene panorama giorno

Font image Pinterest

ATENE PARTENONE

Font image: Pinterest

atene vista acropoli

Font image: Pinterest

4. Partenone, Teatro di Dionisio, Santuario di Zeus, Antico tempio di Atena e tanto altro

Ai piedi dell’Acropoli si trovano il Partenone, il teatro di Dionisio e tantissimi altri monumenti, molti dei quali, vi appariranno in ottimo stato conservativo, volete sapere il “segreto”? Grazie alle nuove tecnologie si sta provvedendo a ristrutturare i resti trovati e se di una colonna si recupera solo la base e l’abside, la parte mancante verrà prima disegnata a computer e poi le sarà data la vita attraverso artigiani che seguendo le indicazioni in 3d  realizzeranno l’esatto pezzo mancante che verrà unito a quelli originali e poi posizionati nella collocazione storica.

Così facendo l’Acropoli non è più una città morta, sta tornando alla luce e nel tempo verrà completamente rimessa in piedi, si tratta di un sogno che prende forma giorno dopo giorno!

atene tempio

atene benedetta rossi

atene

atene acropoli

atene afiteatro

Planimetria dell’acropoli di Atene con i principali resti archeologici

Partenone Antico tempio di Atena Poliàs Eretteo Statua di Atena Promachos Propilei Tempio di Atena Nike Santuario di Artemide Brauronia Calcoteca Pandroseion Arrephorion Altare di Atena Santuario di Zeus Polieus Santuario di Pandion Odeo di Erode Attico Stoà di Eumene Santuario di Asclepio Teatro di Dioniso Odeo di Pericle Santuario di Dioniso Fonte micenea

pianta sito atene

  1. Partenone
  2. Antico tempio di Atena Poliàs
  3. Eretteo
  4. Statua di Atena Promachos
  5. Propilei
  6. Tempio di Atena Nike
  7. Santuario di Egeo
  8. Santuario di Artemide Brauronia o Brauroneion
  9. Calcoteca
  10. Pandroseion
  11. Arrephorion
  12. Altare di Atena Poliàs
  13. Santuario di Zeus Polieus
  14. Santuario di Pandion
  15. Odeo di Erode Attico
  16. Stoà di Eumene
  17. Santuario di Asclepio o Asclepieion
  18. Teatro di Dioniso
  19. Odeo di Pericle
  20. Santuario di Dioniso
  21. Fonte micenea[4]
  22. Peripatos
  23. Klepsydra[5]
  24. Grotte di Apollo Hypoakraios, Pan e Zeus Olimpio[6]
  25. Santuario di Afrodite ed Eros[7]
  26. Iscrizione del Peripatos
  27. Grotta di Aglauro (Aglaureion)
  28. Via Panatenaica

La sera nel teatro di Dionisio vengono regolarmente rappresentate alcune tra le più famose tragedie della tradizione greca, vi consiglio di prenotare i vostri biglietti perché la location illuminata è davvero suggestiva!

atene teatro dionisio

Font image: Pinterest

5. Museo dell’Acropoli

Merita una visita, se non amate i musei scegliete questo e lasciate stare gli altri! E’ un museo moderno e super tecnologico, pieno di video interattivi e ricostruzioni delle statue originali, nulla è lasciato al caso e vi sembrerà che da un momento all’altro uno dei personaggi prenda vita e cammini accanto a te. Noi siamo rimasti stregati.

museo acropoli statue

Font image: Pinterest

atene acropli museo

Image font: GTP

6. Tempio di Zeus

Concludendo con le cose storiche che non potete assolutamente perdervi, devo nominare il Tempio di Zeus, situato all’inizio del centro della città ed assolutamente imponente, io sono stata avvolta da una sensazione mistica quando l’ho visto.

atene zeus lato

atene tempio zeus

tempio zeus

7. Metropolitana

La metropolitana di Atene è senza dubbio la più bella d’Europa e forse del mondo! Mentre la città è decisamente sporca, la metro è pulitissima; non ci sono graffiti, poveri o cartacce. Per evitare di creare problemi ai numerosissimi reperti archeologici presenti in superficie, la “tube” scorre a decine di metri di profondità e ci sono molte ascensori che la collegano con le stazioni esterne.

8. La Plaka 

E’ il quartiere antico, ai piedi dell’Acropoli, ricco di negozietti, bancarelle, bar e ristornati di ogni tipo. Potete trovare gadgets e souvenir che si assomigliano e variano di poco nei prezzi, a mio avviso c’è molta confusione e non ne sono rimasta particolarmente entusiasta.

atene centro

9. Shopping ad Atene!

Nonostante la crisi i prezzi ad Atene non sono più bassi di quelli italiani, perciò dimenticatevi di fare degli affari, diciamo che su certi articoli avrete più scelta! I greci sono maestri nella realizzazione delle scarpe ed in particolare i sandali perciò se volete farvi un’idea della moda locale, potete passeggiare dalla Plaka verso ERMOU e troverete calzature ed abiti di ogni foggia e prezzo.

Proseguendo verso MONASTIRAKI entrerete nel quartiere più folkloristico ed animato di Atene, ha uno stile orientaleggiante e si sviluppa in vicoli lunghi e stretti pieni di negozietti in cui troverete tutto, ma proprio tutto quello che vi serve e anche quello che non vi serve!!! Numerosi artigiani vi confezioneranno i famosi sandali greci facendovi scegliere il pellame, il colore e misurando il vostro piede in modo che siano realizzati su misura per voi e le caratteristiche delle vostre dita e del polpaccio.

Il mercato delle pulci.

Poco prima di arrivare alla stazione della metropolitana di Monastiraki, fatevi indicare dove si svolge il mercato delle pulci, un vero e proprio mercato delle cianfrusaglie a cielo aperto e che continua all’interno dei negozietti che affacciano sulla strada principale.

atene monastiraki

Durante la settimana si svolge la mattina fino alle 13/14. La domenica è ancora più variopinto, si anima di venditori più o meno improvvisati che propongono ciò che hanno. La miriade di profughi in cerca di una nuova opportunità in Grecia, si accalca qui per vendere quel poco che possiede.

Troverete sigari, cellulari di dubbia provenienza, scarpe risuolate più volte, abiti usati, cose di contrabbando e tanto altro in una moltitudine di lingue; bulgari, zingari, transiberiani, siriani. Un esercito di poveri che vi farà effetto vedere, ma io credo non si possano vedere solo i grandi magazzini ed i quartieri alti, quando si va in una città per conoscerla bisogna avere il coraggio di guardare in faccia anche chi non ha nulla.

10. KOLONAKI

E’ il quartiere dello shopping di lusso, delle vetrine d’alta moda, delle gioiellerie e delle gallerie d’arte. Tutto emana profumo, ordine e soldi. Questa è l’unica zona di Atene in cui non vedrete persone chiedere l’elemosina. Qui i marciapiedi sono puliti e lo strato di grasso e sporco che accompagna qualsiasi strada pedonale o carrabile della metropoli sparisce.

atene kolonaki casa

Font image: Pinterest

atene kolonaki

Font image: Pinterest

11. Cambio della Guardia

In Piazza Syntagmatos (proprio all’inizio di Kolonaki) ha sede il nuovo Parlamento greco. Allo scoccare di ogni ora gli Euzoni, le guardie in uniforme tradizionale, marceranno dando vita ad una pittoresca cerimonia. Dovranno raggiungere e sostituire colui che ha sorvegliato la tomba del Milite Ignoto dandogli il cambio per l’ora successiva.

La cosa che più incuriosisce osservando gli Euzoni ed il loro abbigliamento, sono le Babbucce. Delle scarpe pesantissime (circa 3 kg), coperte da un grosso pon pon nero e la cui suola ha 60 chiodi. Ad ogni passo producono un gran rumore, non spaventatevi!

atene cambio guardia

Font image: Pinterest

atene euzoni

Font image: Pinterest

atene guardie

Font image: Pinterest

12. Dove mangiare

Ad Atene avrete l’imbarazzo della scelta su dove mangiare e cosa mangiare. Punto d’incontro di tante culture ed usanze, anche la tavola ha risentito delle influenze e offre ogni tipo di cucina. Da provare quella tipica greca, ma vi consiglio di scegliere con attenzione anche la posizione del ristornate. In modo da nutrire la pancia e gli occhi :-).

Noi ci siamo trovati benissimo alla taverna Acropolis di fianco all’Agorà e con vista Acropoli illuminata dalle 21 (Panos & Epaminonda Street – tel 2103215737) i tavolini sono all’aperto proprio di fianco alla recinzione delle rovine, ceni con una vista meravigliosa e con tanti gattini che ti fanno compagnia. Purtroppo in tutta la Grecia il livello di randagismo è elevatissimo, tanto da costituire una piaga sociale.

atene cena

atene tramonto

atene notte

Se siete stanchi di mangiare cibi grassi e fritti fate un salto da Paul Boulangerie Patisserie. E’ una boulangerie francese che oltre a servire colazioni e merende da leccarsi i baffi, propone pranzi veloci e sani. Si trova al n.10 della strada Panepistimiou. Vicinissima a Kolonaki ed al centro, quindi perfetto punto di partenza per scoprire la città! Noi confesso che abbiamo fatto colazione qui ogni mattina perché ci sentivamo a casa.

Siamo giunti alla fine del meraviglioso viaggio nella capitale della cultura greca. L’ultima cosa che voglio dirvi è che Atene confina con il  mare. Se avete tempo di visitare la costa vi suggerisco di superare l’aereoporto e fare come ultima tappa Capo Sounion.

13. Capo Sounion

Andateci di sera all’orario dell’aperitivo, quando il sole tramonta nel mare ed illumina il punto più a sud dell’Attica. In quel momento sentirete la magia del posto.

capo sounion

Font image: Pinterest

 

atene capo sounion

Font image: Pinterest

Use your ← → (arrow) keys to browse

1

Pin It on Pinterest

Condividi?

Mi farebbe piacere. Tantissimo! :)