Use your ← → (arrow) keys to browse

orango cucciolo malesia

Orango Tango, dove vederli in Malesia?

Orango. Se stai leggendo questo post, immagino che anche tu, come me, sia un appassionato/a di questi meravigliosi animali che hanno il 97% del genoma in comune con noi uomini. Per me il recente viaggio in Malesia è stata l’occasione per coronare un sogno. Vedere dal vivo gli orango tango ed essere ad una distanza ravvicinata da loro.

Chiaramente sono contraria ai circhi, agli zoo ed a qualunque altra forma detentiva di animali che dovrebbero vivere in natura. Purtroppo la produzione dell’olio di palma e l’abbattimento delle foreste per la produzione del legname, stanno causando moltissimi danni all’ecosistema. Uno dei modi più utili per cercare di proteggere e preservare questa specie, è costituito dai centri di recupero.

Fondazione dell’isola di Bukit Merah.

Il centro che ho visitato ha sede sull’isola di Bukit Merah, si trova a nord di Kuala Lumpur. Per raggiungerlo si può prendere un treno fino a Taiping e da lì un taxi che in circa mezz’ora ti accompagna a destinazione. Si tratta di una fondazione non governativa, ovvero il governo non la sovvenziona. Il suo mantenimento è completamente a carico dei volontari che attraverso attività di passaparola e donazioni, fanno il massimo per proteggere e portare avanti un centro esemplare.

Se volete approfondire o aiutare gli operatori, potete trovare tutte le info cliccando qui e le indicazioni relative all’associazione cliccando qui.

Quando visitarlo.

Il centro è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 17. Si trova su un’isola che dista circa 20 minuti di navigazione dalla costa. Quando acquisti il biglietto d’ingresso, incluso nel prezzo c’è il transfer con l’imbarcazione. Ti suggerisco di portare con voi dell’acqua perché le temperature sono alte e sull’isola è presente solo il centro. Non aspettarti bar o altre attrazioni turistiche.

orango traghetto per bukit merahorango traghetto bukit merahorango isola bukit merahorango bukit merahorango centro isola bukit merah

Come è strutturato il centro.

Orango. Il centro Bukit Merah è un’isola recintata di 14 ettari in cui gli animali vivono liberi. Attualmente ci sono 26 orango ed essendo animali in libertà, possono decidere di farsi vedere o di rimanere nascosti. Non è certo che li vedrai, anche se essendo molto curiosi, tendono a mettersi in mostra ed osservare i turisti.

In questa isola i prigionieri sono i visitatori, infatti camminerai all’interno di un corridoio che è una vera e propria gabbia protettiva. Tu osservi gli orango e loro osservano te. L’esperienza è meravigliosa perché la distanza tra te e loro può essere inferiore al metro, se decidono di avvicinarsi!

Dato che un video vale più di mille parole, ti inserisco un montato della mia visita:

Chi sono gli orango che vivono qui?

Gli orango che “conoscerai” sull’isola di Bukit Merah, provengono da zoo, dal dipartimento  forestale di Sarawak ed alcuni di loro sono nati al centro. La struttura su palafitta che vedi nelle foto d’apertura del post, è il nucleo centrale della fondazione. Qui si trovano gli ambulatori, la chirurgia e persino la nursery per i più piccoli. C’è anche un’incubatrice per i piccolissimi.

Il programma di riabilitazione.

Il programma di riabilitazione è stato iniziato nel 2005 ed ha come scopo la cura dell’orango e la sua preparazione ad un eventuale rilascio in natura. Spesso gli orango che arrivano al centro necessitano di cure mediche. Nel caso di orfani, il processo è più lungo perché oltre ad eventuali problemi di salute ci sono le difficoltà legate alla mancanza della madre e quindi alla sofferenza psicologica della sua perdita.

orango nurseryorango chirurgia

I 7 step del programma.

Il programma si compone di 7 steps, te li racconto in maniera sintetica perché non voglio annoiarti. Mi perdonino i veterinari o gli esperti del settore se sarò concisa.

1) Unità di cura del cucciolo (dalla nascita fino al compimento dei 12 mesi).

In questa fase i piccoli di orango sono monitorati 24h su 24 e 7gg su 7. Gli viene preparato il cibo e la loro salute è tenuta sotto osservazione costante. Quelli che hanno problemi di salute sono tenuti isolati ed eventualmente ricoverati.

2) Unità di arricchimento dello sviluppo (da 1 a 3 anni).

Si compone di 5 sub-unità, ovvero capacità che i piccoli di orango devo apprendere in questa fascia d’età. Sono l’arrampicata, la scoperta delle sorgenti d’acqua e il saper bere autonomamente. La ricerca del cibo, la costruzione del nido, la capicità di oscillare e stare in equilibrio quando si arrampicano e passano da un ramo all’altro.

orango baby

3) Unità introduttiva di rilascio controllato (dai 3 ai 4 anni).

Dopo che hanno appreso le competenze fondamentali sono inseriti in un contesto naturale ma controllato.

4) Mostra dell’unità di rilascio controllato (dai 4 ai 6 anni).

A questo punti gli adolescenti che hanno completato il loro apprendimento sono ammessi nell’area dell’isola in cui sono liberi. I contatti con l’uomo sono limitati al personale del centro.

5) Mostra dell’unità di rilascio (dai 6 ai 7 anni).

I giovani oranghi sono lasciati liberi per tutta l’area dell’isola che ruota attorno al corridoio in cui i visitatori entrano per vederli. Ci sono dei dispenser di miele e latte disposti in modo strategico per permettergli di migliorare le loro competenze.

6) Allenamento per la liberazione nella natura (dai 7 agli 8 anni).

Gli orango selezionati per questo step, sono spostati su un’isola adiacente (BJ Island) in cui imparano ad adattarsi all’habitat selvatico. I contatti con gli umani sono ridotti al minimo.

7) Ritorno alla libertà (dagli 8 anni in avanti).

Se l’adattamento degli orango è positivo, i soggetti che vengono ritenuti idonei ad essere reimmessi nella natura, sono liberati. Chiaramente questo passaggio avviene solo se ci sono le condizioni per monitorarli e proteggerli ed in accordo con le agenzie governative.

orango mamma

orango primo piano

orango bebè

Spero che questo post ti sia piaciuto e ti abbia permesso di conoscere qualcosa in più su questi splendidi animali e quest’area del mondo!

Se decidi di programmare un viaggio in questa zona, ti suggerisco di contattare l’Ente del turismo Malese in Italia e l’agenzia di viaggi My Flower con sede a Kuala Lumpur per definire l’itinerario di viaggio perfetto per le tue esigenze.

Non mi resta che augurarti buon viaggio! Se vuoi leggere di qualche altro mio viaggio ti lascio alcuni link:

Use your ← → (arrow) keys to browse

0

Leave a Reply

Pin It on Pinterest

Condividi?

Mi farebbe piacere. Tantissimo! :)